• COME VOTARE

    Ecco tutto quello che c'è da sapere

  • Quando e dove si vota?

    Si vota il 4 Dicembre dalle 7 alle 23.

    Bisogna recarsi alla propria sezione elettorale. Il territorio italiano è infatti suddiviso in piccole circoscrizioni, le sezioni elettorali appunto, identificate in ogni Comune da un numero progressivo.

    I cittadini di norma vengono iscritti nella lista elettorale della sezione nel cui ambito territoriale figura il luogo di residenza.

    Residenti all'estero

    Finora abbiamo parlato della situazione più comune dei cittadini residenti in Italia. Se si è residenti (anche temporaneamente) all’estero si vota per corrispondenza.

    Gli iscritti all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE) riceveranno all’indirizzo di residenza il plico elettorale. Qui la guida completa per votare all’estero.

    Votare fuori dal comune di residenza

    Possono votare fuori dal comune di residenza solo alcune categorie di elettori: cittadini ricoverati in ospedali e case di cura, militari, naviganti, chi presta servizio al seggio, forze dell’ordine e rappresentanti di partito e di comitato promotore del referendum. Gli altri possono votare solo nel Comune di residenza: se sono impossibilitati a raggiungerlo (nonostante le agevolazioni tariffarie sui trasporti), sono costretti all’astensione.

    Dove votano i cittadini ricoverati in ospedale?

    Anche chi si trova in ospedale o è ricoverato in una casa di cura può partecipare al voto.

    Gli elettori ricoverati in ospedale o in casa di cura possono votare direttamente nel luogo di ricovero. Entro tre giorni dal referendum, devono presentare al sindaco la dichiarazione con la volontà di esprimere il voto nel luogo di cura e l’attestazione del direttore sanitario.

    Agevolazioni sui viaggi per elettori

    Gli elettori possono usufruire di sconti e tariffe speciali per recarsi verso la sede del proprio seggio elettorale. Gli sconti riguardano il trasporto ferroviario, aereo, navale, e i pedaggi autostradali:

    • Trasporto ferroviario: con Trenitalia, Italo e Trenord gli elettori possono usufruire di uno sconto del 60% sulle tariffe dei treni regionali e del 70% sulle tariffe dei treni di media-lunga durata.
    • Trasporto aereo: Alitalia mette a disposizione uno sconto pari a €40 sul prezzo del biglietto aereo utilizzato per recarsi a votare presso la propria città di residenza.
    • Trasporto marittimo: Tirrenia offre agli elettori uno sconto pari al 60% sulla "tariffa ordinaria" per collegamenti con la Regione Sardegna, Sicilia e le Isole Tremiti

    Per usufruire dello sconto sui trasporti ferroviari, gli elettori devono presentare un documento di identità in corso di validità, e la propria tessera elettorale; per il mantenimento della tariffa agevolata anche sul viaggio di ritorno, è necessario esibire la tessera elettorale, completa di timbratura che attesti l’avvenuta votazione, su tutte le categorie di treni precedentemente menzionati. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del Ministero dell’Interno